Sliding Doors. Quel treno mai preso

A tutti è certamente capitato che il treno chiudesse le porte letteralmente in faccia e partisse beffardo nonostante i propri improperi. A molti quel treno chiuso non avrà significato altro che la scocciatura di una attesa più o meno lunga del treno successivo, la mancata lezione in palestra o un ritardo alla solita pizza con…

I post social che ti fanno venir voglia di buttarti sotto a un treno

Da questa estate mi ritrovo a pensare spesso agli effetti dei social sulle nostre vite. L’abitudine ad usarli, a consultarli, a farci influenzare anche quando il nostro cellulare non è a portata di mano. Una volta mi è capitato di sentire perfino da “un insospettabile soggetto anti-social”: non pubblicare questa foto, avrai pochi like. #wtf!…

Quelli che… è sempre tardi!

Avevo promesso di scrivere questo post da mesi e finalmente sono riuscita a farlo! Sono un po’ in ritardo… ma resto in tema con l’argomento: quei pendolari che non importa a che ora del giorno, del pomeriggio, della sera o della notte li incontri, devono sempre scappare! Tali personaggi sono ricchi di fascino e di…

Salutare o non salutare? Questo è il problema!

Da molti considerato luogo di socializzazione per eccellenza, la stazione è in realtà un luogo “ricco di pericoli” per incontri con persone con le quali non ti va di condividere la prima chiacchiera del mattino. Non parlo dei nostri nemici giurati, ovviamente, ma di quelle persone con cui magari scambiamo anche diverse cordialità social  tra…

Non tutto il pendolarismo vien per nuocere

Il karma prima o poi ti premia (a volte più poi che prima), pertanto una piccola ricompensa dopo anni di viaggi interminabili e solitari “nelle peggiori stazioni di Caracas” doveva pure arrivarmi: le mie amiche pendolari. Amiche con cui da circa un anno condivido ogni giorno il peso delle lunghe attese al freddo e al…

Siamo chi torniamo e non chi partiamo

Ogni viaggio è diverso. Ovvio. Quello che non è ovvio è che lo stesso viaggio può essere ogni volta diverso. Pensavo al fatto che quando prepariamo una valigia, ben convinti di ciò che siamo e di ciò che vogliamo, in realtà non sappiamo mai veramente con cosa torniamo (in più o in meno) nel nostro…

La psicosi dei treni bomba

Gli attentati di Parigi hanno cambiato la nostra quotidianità. Ammettiamolo, non guardate forse il vostro vicino di “sedile” con aria circospetta se ha la barba e i tratti arabi? Eh sì, perché basta questo, ormai, per definirli terroristi. A voglia di spiegare che un algerino sta ad un egiziano come uno spagnolo sta ad un…

Letture pendolari: La meccanica del cuore – Mathias Malzieu

Un breve passo da un libro che si addice molto ai viaggi pendolari dell’inverno. L’ambientazione parte dal giorno più freddo del mondo nell’incantevole Edimburgo (che vi consiglio assolutamente di visitare, ah… confermo che lì il freddo è più freddo del freddo!). Spero  che queste poche righe ispirino e in parte consolino voi, come han fatto…

Hanno tutti ragione – (il mio) elogio alla pesantezza

Ed eccolo questo pensiero, cristallizzarsi mentre nel vagone giro l’ultima pagina di  Hanno tutti ragione di Paolo Sorrentino (un compendio della filosofia di vita – e quindi filmica – del regista partenopeo, riassunto in poco più di 300 pagine. Ci sta davvero tutto: dall’ossessione per le giraffe ai salotti de La Grande Bellezza, da Pisapia…

Gli occupatori seriali di sedili

È mai capitato anche a voi di dover avere a che fare con gli “occupatori seriali di sedili” sui treni? Che domanda stupida… certo che Sì! A meno che nella vostra vita (e beati voi) non abbiate preso giusto un paio di treni, sicuramente avete già fatto i conti con questa tipologia di passeggeri: quelli che…