Consigli di sopravvivenza ai pendolari neofiti/occasionali

Se sei un neofita o un pendolare occasionale, costretto a prendere un treno regionale in Campania, al sud o in generale in Italia (che si sa, la situazione non è che sia rosea in nessuna regione dello stivale), forse avrai bisogno di qualche consiglio di noi “veterani” del pendolarismo per sopravvivere durante un viaggio in treno (di breve tratta, intendiamoci!).

Se non prendi spesso il treno forse non conoscerai questi trucchetti fondamentali per trasformare un viaggio infernale in un viaggio da purgatorio (sì, scordatevi il paradiso, sorry!).

  1. Sedetevi nel vagone più lontano rispetto alla testa del treno. La gente, si sa, è pigra (a qualsiasi ora del giorno) e tende a salire sul primo vagone che incontra appena accede al binario. Capita sovente che mentre i primi vagoni abbiano un livello di folla simil-India durante l’immersione nel Gange, gli ultimi vagoni sono vuoti e con posti liberi. Provare per credere!
  2. Mai sostare nel disimpegno tra un vagone e l’altro. Beh, questa è la base, ma pare che i più siano recidivi! Entrare e ammassarsi nell’area tra i vagoni è proprio da pivelli 😛 perché? Innanzitutto è un crocevia per le persone che non trovano pace, quindi vieni spintonato più e più volte; poi rischi di essere letteralmente travolto nella stazione successiva dalle persone che salgono alla fermata. Entrare nel vagone e posizionarsi nei corridoi è la scelta migliore per un viaggio quantomeno tranquillo.
  3. Mai sedersi vicino a gruppetti di ragazzi/ragazze. Non so voi, ma che sia inizio giornata o fine giornata non ce la posso fare a sentire nelle orecchie le voci stridule di giovani che commentano l’ultimo video su youtube o l’uscita del loro preferito dal reality di turno! Per questo, posti permettendo, scelgo sempre sedili vuoti accanto a lupi solitari come me. Diffidate delle vecchiette, che pure loro se acchiappano la chiacchiera…
  4. Sedersi in prossimità di porte di apertura funzionanti. Visto che l’educazione è spesso un optional dalle nostre parti e che le persone non si spostano per farti passare se non le aggredisci fisicamente 😀 cerco sempre di non sedermi troppo lontana dalle porte… o finisco come quella volta che sono dovuta scendere nella stazione successiva!
  5. Una borsa ben fornita è fondamentale. Ve ne ho parlato anche nello scorso articolo, ma ci tengo a sottolineare gli elementi indispensabili per un pendolare che non sa mai quando parte né quando arriva! Ricapitoliamo: acqua, caramelle, libro/ipod, sciarpetta, fazzoletti. No, non è banale, ogni piccolo oggetto può salvarvi la vita 😀

Questi i miei trucchi, voi ne avete qualcuno da dispensare? Delle vite umane potrebbero dipendere da questo! 😀 😀 😀

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Pendolante ha detto:

    sul punto 1 dipende dalla stazione. Il sottopassaggio della mia porta al centro del treno e lì di solito la gente si ferma. per questo io cammino fino ai primi vagoni, solitamente vuoti. Non cambia però la validità del consiglio: vai dove non vanno gli altri 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...