La borsa pendolare: tra Mary Poppins e Chuck Norris

Un viaggio in treno nelle mie zone non è un semplice percorso su rotaie, anzi è molto più simile di quanto pensiate a quelle prove di sopravvivenza militari dove c’è bisogno di: resistenza, spirito di adattamento e qualche mossa di kung fu!

Pensate che stia esagerando? Ebbene non è così: vi sfido a prendere un treno nell’ora di punta che ha maturato un ritardo di 30 minuti (e il successivo passa dopo 45 minuti circa…)

Allora ho pensato di condividere con voi quello che è un kit fondamentale per sopravvivere quotidianamente ai viaggi pendolari:

  1. Acqua. Sempre e comunque una bottiglina d’acqua per varie ed eventuali: colpi di tosse, disidratazione, accompagnamento al cibo o primo soccorso. Perché si sa: sappiamo quando saliamo in carrozza, ma non sappiamo quando scendiamo…
  2. Un dolcetto. E’ sempre bene tenere qualcosa di dolce con sé, non solo per soddisfare improvvise voglie golose, ma anche per combattere cali improvvisi di pressione (nostri e degli altri). La mia amica G. porta sempre con sé una bustina di zucchero da bar proprio per questa eventualità.
  3. Disinfettante. Amuchina o salviettine imbevute sono le nostre migliori amiche! A parte i logici motivi di igiene, non sapete quante volte ho dovuto pulire il sedile per potermici sedere.
  4. Un “diversivo”. Il mio sono i libri. Una rivista, un e-reader, un crucipuzzle in borsa possono salvarti dallo sclero totale quando anche il cellulare ti abbandona.
  5. Il power bank. Il cellulare (mi ricollego al punto 4) può essere un ottimo diversivo, ma nel mio caso è essenziale per impartire direttive per il mio “salvataggio”, insomma per avvisare a che ora arrivo e quindi a che ora devono venirmi a prendere, dato che abito lontano dalla stazione. In ogni caso per le emergenze sempre meglio avere la batteria carica 😉
  6. Un foulard. Ho visto aria condizionata il 15 agosto sparata a -10° che ha fatto più danni che la gelata in Siberia. Una sciarpetta monocromo neutra in borsa si deve portare, vostra nonna approverebbe!
  7. Make up basic. No, no voglio sembrare la femminuccia di turno, ma mi è capitato di non poter andare a casa prima di un appuntamento a causa di ritardi del treno e ho dovuto presentarmi direttamente all’incontro! Un piccolo mini-set: specchietto, spazzola, correttore, blush proprio per tamponare il tamponabile ed essere presentabile.
  8. Una penna/una matita e un block notes. Sembra ovvio? Non lo è, infatti puntualmente le perdo e mi ritrovo ad elemosinarle in giro.

Credo sia tutto (anche perché in effetti non stiamo facendo una 3 giorni nel deserto). Per voi cosa è indispensabile da portare? Cosa aggiungereste alla lista? Se volete, scrivetelo nei commenti 🙂

20160214_162437.jpg

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. Pendolante ha detto:

    La borsa del pendolare è essenziale per la sopravvivenza, e direi che ci hai messo il necessario… abbonamento a parte, ovviamente 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Ahahahh grazie Pendolante! L’abbonamento lo porto addosso, lo proteggo a costo della vita 😁

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...