Quelli che… è sempre tardi!

Avevo promesso di scrivere questo post da mesi e finalmente sono riuscita a farlo! Sono un po’ in ritardo… ma resto in tema con l’argomento: quei pendolari che non importa a che ora del giorno, del pomeriggio, della sera o della notte li incontri, devono sempre scappare!

Tali personaggi sono ricchi di fascino e di mistero: hanno sempre “un impegno urgente”, qualcosa che devono “assolutamente fare”, un appuntamento per cui “scusa ma devo proprio scappare” oppure “il caffé ce lo prendiamo un’altra volta, dobbiamo per forza rimandare”. Sempre.

Detta così può sembrare  che siano soggetti ansiosi e iperattivi, sempre con orologio alla mano e il telefono all’orecchio e invece no qui viene il bello: il 90% delle volte i bianconigli pendolari sono persone estremamente flemmatiche, tranquille e accomodanti. Anzi, durante il viaggio in treno danno l’impressione di avere tutto il tempo del mondo e poi… basta che si aprono le porte del treno e di loro poi senti solo una sgommata e un’eco lontana: “è tardiiiiiiii….”

Non sono esagerata! Le cose le racconto per esperienza diretta, infatti questo post è dedicato alla mia amica Nicole Emme, la mia bianoniglia pendolare che adesso ha abbandonato le rotaie per le quattro ruote (sigh!).

bianconiglio-3

A parte che la sua apparizione è più rara di quella della Modonna di Lourdes, e quando c’è per noi è una lotta contro il tempo. Già sai che devi dire tutto quello che le devi dire prima che le porte del treno si aprano.

Quante frasi sono rimaste incompiute, quante storie sono rimaste orfane del finale perché Nicole Emme doveva scappare!

Voglio raccontarvi un aneddoto, sarò breve lo giuro:

Mattina, ore 8.45. Siamo in stazione ed incontro Nicole Emme. Già questo è un evento che ha del sovrannaturale, ma la vera sorpresa è che mi dice: “Se vuoi ci possiamo fare un giro da Mango in stazione”. Non potevo crederci! Ero al settimo cielo! Finalmente Nicole Emme aveva più di dieci nanosecondi e voleva trascorrerli con me! ❤

Entriamo da Mango, il tempo di girarci i due stand dell’ingresso e di scambiarci opinioni da femminucce tipo: “Bella questa fantasia, ‘sta camicetta sembra fresca e comoda” (tempo impiegato stimato 4 minuti circa). Poso la suddetta camicetta sullo stand alzo gli occhi e Nicole Emme è già all’uscita che mi urla garbatamente “è tardi, è tardi!” e se ne va via…

Balle di fieno rotolanti attorno a me. Solo silenzio e una lacrima che scende sul mio viso (ok adesso sto facendo la melodrammatica, in realtà sono morta dalle risate in quel momento).

E voi? Avete amiche pendolari bianconiglio? Siete voi dei bianconiglio? E allora mi dite che cavolo avete sempre di così urgente da fare???

Nic, comunque, in ogni caso, sei un mito! Mi mancheranno le tue sgommate!

 

 

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Pendolante ha detto:

    Non ho mai fretta di scappare al lavoro e sempre mi attardo al bar per un caffè o sulla banchina a finire un capitolo. Ho più fretta di andarmene a casa…

    Piace a 1 persona

    1. Siamo sulla stessa lunghezza d’onda allora 😀 😀 😀

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...