Gli occupatori seriali di sedili

È mai capitato anche a voi di dover avere a che fare con gli “occupatori seriali di sedili” sui treni?

Che domanda stupida… certo che Sì! A meno che nella vostra vita (e beati voi) non abbiate preso giusto un paio di treni, sicuramente avete già fatto i conti con questa tipologia di passeggeri: quelli che occupano, oltre al loro posto, anche quello a fianco o di fronte impilando tutta la loro roba varia ed eventuale. Borse, borsoni, valigie, vassoi, libri, ombrelli, buste della spesa, buste con vestiti e chi più ne ha più ne metta.

Ovviamente nessun problema se il treno è semi-vuoto, prendetevi anche l’intero quadrato, per l’amor di Dio! Ma se il treno è pieno zeppo, non c’è nemmeno un posto a pagarlo oro e con nonchalance fingi che il “fatto non è tuo” e non togli la roba per far sedere gli altri pendolari… beh mi girano! Mi girano proprio! Non devo certo chiedere il permesso a te per un servizio che ho pagato acquistando il biglietto (e nemmeno questo è un diritto, ma ne riparliamo in un altro post).treno_848608405

Ecco cosa mi è successo qualche giorno fa: treno all’orario di punta, ore 18.55, tenendo conto che quello precedente per la stessa tratta era stato soppresso. In questa cornice – che potete immaginare semi-apocalittica – ecco che riesco (a fatica, ovviamente) a salire sul piano superiore della carrozza. Alcune persone si erano già rassegnate all’ennesimo viaggio senza posto a sedere, però io (intrepida!) noto con la coda dell’occhio un posticino in un angolo occupato da un borsone e un vassoio di paste. Felice come una pasqua, come un minatore che trova un diamante grezzo nella miniera, mi avvicino e dico al proprietario di quella roba (a occhio ed croce un quarantacinquenne annoiato, avvocato o professore)  in maniera molto educata: “Salve, è libero?”. Aggiungo anche un sorriso. E questo che mi fa? SBUFFA!

Sì, esattamente, mi SBUFFA in faccia.

Resto talmente attonita che non riesco nemmeno ad approntare una qualche risposta. Mi siedo e chiamo mia madre per farmi venire a prendere alla stazione visto che nel frattempo il treno era partito… mentre sono a telefono con lei lo sento borbottare tra i denti qualcosa tipo “eh brava, fatti pure venire a prendere!”.

Sono rimasta davvero sconcertata e come dice una canzone del caro vecchio Michael Jackson “speachless”. Avrei dovuto rispondere secondo voi? Qualche volta che ho dovuto togliere anche io la mia borsa per far sedere qualcuno ho chiesto subito scusa! Non lo dico per autocelebrazione, anzi, credo sia il minimo per giustificare la mia “appropriazione indebita”.

Quindi basta con questi occupatori seriali di sedili che storcono anche la faccia quando, ops mi scusi Sir, chiedi gentilmente di poterti sedere visto che, udite udite, i posti sul treno sono fatti per le persone e non per le cose. Inoltre ci sono appositi scompartimenti sulle vostre care testoline preposte ai bagli a mano! Ma che lo dico a fare…

Invece di borbottare come se vi fosse stato fatto un torto, imparate le buone maniere!

Scusate ma sono #sfoghipendolari … commentate pure con i vostri… almeno ci sentiremo più leggeri (e se vi viene qualche parolaccia, sostituite con il vostro dolce preferito) :treno_848608405

11 commenti Aggiungi il tuo

  1. Sfondi una porta aperta! A questi maleducati va risposto, con cortesia disarmante, che se fossero educati non avrebbero nemmeno dovuto appoggiare le loro cose sul sedile col treno pieno. Dopodiché, ai loro probabili improperi, rispondere con un mutismo assoluto e sorridenti.

    Piace a 1 persona

    1. Cara pendolante, il mio problema purtroppo (e so che non è molto comune) è che ho la “penna” più pronta della “lingua”. Insomma davanti a questi episodi al massimo sfoggio una duck face 😀

      "Mi piace"

  2. Ah beh, ti capisco completamente. Va detto che quando al mattino salgo in treno (a riuscirci) di posti proprio non c’è traccia e la sera lo prendo che è quasi vuoto, ma in passato, su altre tratte, questi personaggi prolificavano! A volte servirebbe avere la risposta pronta!

    Piace a 1 persona

    1. Prepariamone una così ce la teniamo come passepartout in questi casi. Tipo: “ti meledicooooo” ahahahah

      "Mi piace"

  3. tiZ ha detto:

    e a quelli che salgono con due valigie e occupano tutti e quattro i sedili che c’amma ricere? Napalmmmmmm !!!

    Piace a 1 persona

    1. Sono parenti di quelli che si piazzano davanti alle porte della metro con tutta la valigeria e si lamentano se li sfiori mentre scendi. Argh!

      Piace a 1 persona

      1. tiZ ha detto:

        conterranea ma basta dargli un paio di gomitate, nO? 😉

        "Mi piace"

      2. Preferisco i potenti mezzi della lingua (anche perché sono un metro e poco più e non ne uscirei vincitrice) 😀

        Piace a 1 persona

  4. fefjfefj ha detto:

    la madre dei cretini è sempre incinta e poi piazza i figli sui treni, che certo non aiuta a farli diventare più furbi! 🙂

    Piace a 1 persona

  5. Elly ha detto:

    Avresti dovuto mandarlo a fanculo! Scusa il francesismo, ma quando vedo queste scene, faccio apposta ad andare da loro a sedermi. Si perchè con un treno pieno non sono io a doverti chiedere il posto sei tu che devi spostare la roba! È questione di educazione!!! E se sbuffa gli avrei risposto:” ti scoccia? Bhe pazienza fai due fatiche!” Trenitalia fa schifo ma molti pendolari contribuiscono a rendere questo “servizio” peggiore!!!

    Piace a 1 persona

    1. Come darti torto! Già il pendolarismo è una giungla, poi spesso anziché aiutarsi a vicenda, si fa in modo di peggiorare la situazione!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...